Vietata la copia

Propedeutica musicale

“ Nel mondo dei bambini tutti i quadri sono appesi troppo in alto ”.
S.Dagerman

CORSO DEDICATO AI BAMBINI CHE VOGLIONO CONOSCERE L’A,B,C DELLA MUSICA IN MODO DIVERTENTE E CREATIVO.

L’idea pedagogica é essenziale e semplice;
la musica si impara facendola, non si deve imparare la musica, si é giá musica!


Si “impara” in primo luogo, traducendo in concreto il proprio bisogno di viverla fisicamente ed emotivamente, così che essa contribuisca alla nostra formazione e crescita globale come individui. Si “impara” attraverso una esperienza creativa che coinvolga tutto ció che alla musica é o puó essere inerente: gesto, movimento, scansione verbale, vocalitá, strumentario musicale.
La musica coinvolge, trascina, ed é per questo che va vissuta sia fisicamente che emotivamente cosí da contribuire alla crescita individuale. 

L’obiettivo finale del corso consiste nell’esperienza del viaggio giocoso che diventa uno strumento efficace e uno stimolo all’espressione della creativitá personale, alla scoperta di sé e all’interazione con gli altri; é fondamentale a mio avviso, avvicinare in modo divertente e istintivo i bambini che manifestano il desiderio di avvicinarsi alla musica, stimolandone la curiositá, l’immaginazione, le potenzialità e l’intelligenza. 

Abituare all’ascolto di sè e dei suoni che caratterizzano il mondo, creare un’esperienza serena che permetta di sviluppare le capacitá relazionali necessarie alla crescita spirituale ed artistica.

Principali obbiettivi del corso

  • Riconoscere e riprodurre semplici elementi ritmici.
  • Sviluppo dell’autocontrollo, della concentrazione e della creatività attraverso l’integrazione dell’espressività corporea utilizzando strumenti musicali primitivi (tamburo, sonagli, triangoli, legnetti etc.); l’ascolto e l’utilizzo dei suoni della realtá circostante e dei suoni prodotti da oggetti di uso comune; le sonoritá che vengono dal corpo in movimento, dalla voce e dal respiro, l’ascolto attivo di brani musicali.
  • Conoscere e riconoscere le note musicali (posizione e nome).
  • Cantare canzoni semplici ed orecchiabili.
  • Conoscere e riconoscere i più popolari strumenti musicali, distinguendoli in strumenti a fiato, strumenti a percussione, strumenti a corde.
  • Conoscere tramite l’ascolto i diversi generi musicali (classica, lirica, folk, rock, pop, jazz).
  • Aiutare il bambino a conoscere le relazioni esistenti tra musica, matematica e colori.

Musica é arricchirsi vicendevolmente, scambiarsi stati d’animo ed esperienze, crescere e stare bene con gli altri, allo stesso tempo però conservare e valorizzare la propria individualità ed il proprio modo di percepire le cose .

Per ulteriori approfondimenti leggi i dodici perchè